chakra

Chakra: armonia e disarmonia

I Chakra sono dei centri energetici dislocati nel nostro corpo, i sette principali si trovano lungo l’asse centrale del corpo umano: dalla base della colonna vertebrale fino alla sommità del capo.

“Chakra” è una parola che deriva dall’antica lingua indiana sanscrita che significa ruota, cerchio, vortice. Infatti, si può immaginare il Chakra come un vortice di energia che gira molto velocemente.

Quando questi punti sono “aperti”, cioè lasciano fluire liberamente l’energia verso l’alto, c’è armonia fra corpo mente e spirito. Nel momento in cui anche soltanto un Chakra non è libero, questo crea disarmonia, disordine e problemi che si riflettono sul corpo come sensazioni di ansia, stati depressivi e fastidi fisici. Capire la funzionalità dei Chakra è importante per ripristinare l’armonia energetica che poi si riflette sulla qualità della nostra vita.

I 7 Chakra principali:
1. Radice (Rosso), connessione con madre terra, stabilità lavorativa ed economica.
2. Sacrale (Arancione), legato alla sessualità e ai problemi relazionali.
3. Plesso Solare (Giallo), autostima e disturbi allo stomaco ed emozioni represse.
4. Cuore (Verde), capacità di amare e di lasciarsi amare.
5. Gola (Azzurro), espressione della tua opinione e delle tue esigenze.
6. Terzo occhio (Indaco), direzione da seguire e lo scopo della tua vita.
7. Corona (Viola), senso di connessione e protezione divina.

Ogni punto di energia vibra (come ogni cosa esistente) alla frequenza di un dato colore, e nel riequilibrio è importante riconoscere ed aprire questi centri associandoli ad una data frequenza. Ci sono vari metodi per liberare il flusso di energie, fra le più efficaci sono senz’altro la meditazione guidata e la pranopratica. Ricorda che i tuoi organi e tutti i tuoi processi fisiologici, si nutrono di questa energia, così come i tuoi processi emotivi, mentali e spirituali.

Esercizio di rilassamento sul flusso energetico: Crea attorno a te un ambiente tranquillo che possa donarti serenità; Chiudi gli occhi e respira in modo naturale; Inizia a visualizzare dell’acqua che scorre attraverso di te dalla testa verso i piedi; Nel letto di questo fiume se ci sono pietre che ostacolano il flusso, sono riconducibili alle preoccupazioni, allo stress e ai pensieri negativi che abitano la tua vita; Prova dolcemente ad accompagnarli fuori da questo flusso, spostali verso i piedi fino a farli uscire dal tuo corpo e lasciare così spazio in modo che l’acqua fluisca liberamente; La sensazione percepita è di maggior fluidità e serenità.
Seguire un lavoro meditativo-panico mirato, riserva grandi e positive sorprese per riscoprire parti di voi stessi che fino a poco fa sembravano sconosciute e che senza saperlo creavano scompiglio in voi.
Conoscere è Conoscersi.

a cura di:

Francesco Sartori
Massaggiatore e trattamenti benessere

Scrivi un commento