boxe-bambini

La boxe è anche per i bambini?

Chi ha detto che la boxe è uno sport prettamente maschile? Forse chi dice che ci sono limiti di età per praticarla?! Falso! Vi spieghiamo perché...

La boxe moderna nasce in Inghilterra alla fine del 1800, ma ha radici molto profonde: ci sono testimonianze che venisse praticata fin dai tempi dei Greci e dei Romani. Dagli inglesi viene subito definita “la nobile arte” per l’elegante e ritmata tecnica che la caratterizza.
E’ facile cedere al fascino di questo sport, in cui potenza, agilità e tecnica si fondono in un mix esplosivo, ma è bene non sottovalutarne la latente pericolosità, in particolare modo se non vengono rispettate le regole e se si sale sul ring senza un’adeguata preparazione fisica e tecnica.
E’ per questo che ritengo molto importante la figura dell’allenatore - preparatore, che impartisca come prima regola l’incolumità degli atleti. La preparazione fisica alla boxe è un insieme completo ed armonioso di esercizi, che coinvolgono tutte le fasce muscolari del corpo, e in cui vengono sollecitati legamenti e tendini.

Per questo motivo è necessario seguire l’allenamento con estrema attenzione.
Tale preparazione, per quanto intensa e faticosa, è in grado di regalare una forte sensazione di benessere fisico, ed è consigliata anche a chi non intende infilare i guantoni per l’allenamento “tecnico”.

La boxe può essere praticata da chiunque, l’età consigliata per iniziare a livello agonistico va dai 12 fino ai 30 anni, mentre per il livello amatoriale non ci sono limiti d’età.

a cura di: Michele Brun

Scrivi un commento