pompa di calore

Nuove tariffe elettriche

Le pompe di calore sono sempre più un’alternativa appetibile

Dal 1° Gennaio 2017 tutti coloro che hanno beneficiato di questa tariffa sperimentale avranno diritto ad avere una condizione privilegiata per tutto il corso di quest’anno, quindi un anno in anticipo rispetto ai nuovi utenti che avranno diritto da inizio 2018 con l’introduzione della Tariffa TD.
A partire dal prossimo anno verranno modificati gli oneri di rete, adeguandoli ai reali costi; quindi se fino al 31 Dicembre 2016, per il settore domestico, esistevano due tipologie di tariffe D2 e D3, queste saranno sostituite da un’unica tariffa che prevede dei costi di rete non più progressivi ma uguali per ogni livello di consumo. Tutto ciò sta a significare che sarà sempre più vantaggioso sfruttare la corrente elettrica come fonte di energia principale e chi più consumerà avrà la possibilità di avere un prezzo di cessione maggiormente agevolato rispetto al passato.
Oltre a questo particolare sicuramente di grande importanza c’è anche che le pompe di calore ad oggi hanno raggiunto dei coefficienti prestazionali (COP) che sono di gran lunga superiori ai rapporti che troviamo su un sistema con caldaia a condensazione a Metano. Se poi pensiamo che ormai l’edilizia spinge molto su isolamenti e coibentazioni generose passando dal cappotto e arrivando ai serramenti, anche nelle ristrutturazioni possiamo ambire ad un sistema che abbia come fonte primaria la pompa di calore.

Ovvio che per sfruttare al meglio questo sistema e per ottenere una maggiore efficienza ricordo che è necessario lavorare con impianti a bassa temperatura (impianto a pavimento radiante) e poi c’è anche la possibilità con la stessa macchina di avere anche il freddo nella stagione estiva.
La pompa di calore ormai non è più così lontana, fatevi fare una consulenza se avete voglia e possibilità.

Inklima è Installatore Partner Mitsubishi Electric ed è a vostra disposizione per un sopralluogo e preventivo Gratuito.

Qualche anno fa, con la delibera 205/2014/R/EEL l’autorità per l’energia aveva introdotto la cosiddetta tariffa sperimentale D1 dedicata a chi voleva installare impianti di riscaldamento in pompa di calore. Avviata il 1° Luglio 2014, la tariffa D1 era una tariffa riservata solamente ai clienti titolari di utenze domestiche in bassa tensione che utilizzavano un unico sistema di riscaldamento a pompa di calore elettrica. Queste dovevano rispondere ai requisiti prestazionali indicati nell’allegato H del Dm 19 Febbraio 2007 o in alternativa nell’allegato 2 del Dm 28 Dicembre 2012. Con l’avvio della riforma delle tariffe elettriche, nella delibera 582/2015/R/EEL, il termine ultimo per aderire alla tariffa D1 venne prorogato fino al 31 Dicembre 2016.

a cura di:
InKlima

Tagsclima

Scrivi un commento