animali

Proteggere gli animali domestici dal freddo

Quando arriva il freddo tutti corriamo ai ripari, vestendoci più pesanti e stando sempre attenti a non prendere freddo, che potrebbe farci ammalare. Sin da piccoli ci sentiamo ripetere da nonne e mamme che è importante coprirci bene, non uscire quando nevica troppo e mangiare meglio, per proteggere dall’interno il nostro organismo, provato dal gelo.
Ma il freddo potrebbe causare gli stessi problemi anche ai nostri amici a 4 zampe… Cani e gatti, proprio come noi, in inverno vivono un periodo molto delicato e stressante. Ecco qualche consiglio per proteggere gli animali domestici dai pericoli del gelo e della neve.
Il primo consiglio è quello di offrire ai nostri animali domestici un giaciglio caldo e riparato. Se il tuo animaletto è di piccola taglia, non lasciarlo fuori per troppe ore quando fa freddo, perché il suo corpo disperderà il calore molto velocemente, rischiando l’ipotermia. Gli animali di grossa taglia, invece, resistono meglio alle basse temperature, e possono stare anche all’aperto, ma sempre con un giaciglio caldo e riparato a disposizione.
In inverno, la ciotola con l’acqua potrebbe ghiacciarsi lasciando cani e gatti “a secco”. Il rischio di disidratazione è serio anche per gli animali, quindi assicurati che il tuo cucciolo abbia sempre la possibilità di bere e mangiare.
Vuoi fare quattro passi con il tuo amico a 4 zampe, anche se fuori nevica? Puoi farlo, ma tienilo sempre al guinzaglio, perché la neve a terra potrebbe fargli perdere l’orientamento (le tracce olfattive spariscono). Quando torni a casa, inoltre, controlla sia la punta delle orecchie che gli organi riproduttivi: sono le parti del corpo a più alto rischio di congelamento.
Riconoscere tempestivamente i sintomi di un possibile congelamento può fare la differenza tra la vita e la morte del cucciolo di casa. Se noti che il cane o il gatto ha i brividi o il pelo gonfio e sollevato, potrebbe avere un principio di congelamento. In questi casi, il consiglio migliore è quello di rivolgersi quanto prima ad un veterinario.

Scrivi un commento